x

‘Insieme per…’, primo meeting di Consorzio per l’Italia
Guarda i video dell’evento

 In News

Consorzio per l’Italia riunisce i suoi associati a Palermo il 5 e 6 maggio 2022 per il primo meeting annuale organizzato dall’associazione. Consorzio per l’Italia (CPI) è un organismo no-profit nato nel 2021 dalla volontà di un gruppo di imprenditori guidati da Salvatore Nasca (Ematic) che ne è il Presidente, con lo scopo di garantire l’utente finale e promuovere l’intero settore ascensoristico e che oggi conta più di 120 associati fra le imprese del settore.  “Saranno due giorni per riflettere insieme – spiega Nasca –  e condividere esperienze, proporre metodi e soluzioni per le opportunità che ci aspettano negli anni a venire nei campi dell’istruzione, del lavoro, dell’economia e del sociale. E’ il primo incontro in presenza che organizziamo e quindi assume per noi un’importanza storica”.

L’evento, patrocinato da Regione Sicilia, si tiene al Saracen Sands Hotel e Congress Center di Isola delle Femmine, in provincia di Palermo, ed è condotto da Piero Muscari, editore, giornalista ed esperto di comunicazione. Sul palco con lui ci saranno molti ospiti provenienti da diversi settori: imprenditori, politici, professionisti del lavoro e della comunicazione. Fra questi anche la caporedattrice di Elevatori Magazine Maddalena Parotelli, che interverrà nel corso della mattinata del 6 maggio.

Alla convention prenderanno parte anche Davide Faraone, capogruppo di Italia Viva al Senato, Michelangelo Tagliaferri, esperto di pianificazione territoriale e fondatore di Accademia di comunicazione, Angelo Artale, direttore generale Federazione industrie prodotti impianti servizi ed opere specialistiche per le costruzioni e la manutenzione, Monsignor Tommaso Stenico, presbitero, scrittore e docente, Francesco Chiappetta, manager d’azienda e docente universitario, Ezio Delfino, presidente Disal, dirigenti scuole autonome e libere, Miriam Randazzo di Coplus Srl, Peppino Bonanno, credit manager e responsabile bonus per Fidimed, Andrea Torcivia, criminologo e sociologo, Mauro Sgarbi di Isy-Host Creative technologies, Luciano Ghelfi, caporedattore Tg2, Nino Galante, direttore generale del Consorzio per l’Italia e docente di marketing.

“Siamo a due anni dal debutto di questa idea aggregativa e visionaria – aggiunge Nasca – nata durante il lockdown con la partecipazione in videoconferenza il 1 maggio 2020, festa dei lavoratori e data di forte valenza simbolica, di un numero già allora significativo di aziende e professionisti”.

Elevatori Magazine ospita l’evento in diretta video. Potrete seguirlo in questa pagina, a partire dalle ore 15,30 del 5 maggio., oppure, per chi ci segue sui social, sulla pagina Facebook e sulla pagina Linkedin di Elevatori Magazine.

La prima giornata

Devi accettare i cookies di marketing per poter visualizzare questo video.
Devi accettare i cookies di marketing per poter visualizzare questo video.

Sul palco, dopo i saluti di rito del presentatore e di Salvatore Nasca, sono stati invitati i membri del consiglio direttivo di Consorzio per l’Italia.

In collegamento web, Luciano Ghelfi ha parlato della sfida che il progetto rappresenta per gli imprenditori italiani che possono avere l’occasione per ragionare insieme e andare oltre il proprio ambito professionale portando innovazione e un contributo alla società.

Nasca: “Il consorzio è un catalizzatore di persone che vedono oltre”.

Rispetto al conflitto in corso tra Russia e Ucraina, ci si è chiesti cosa aspettarsi nel futuro. Secondo Ghelfi si sta scavando un solco profondo tra la Russia e il resto del mondo, che ci vorranno ani a sanare. Quindi le aziende che lvorano con la Russia divranno fare molta attenzione nei prossimi anni.

Nasca: “Sugli aumenti dei prezzi delle materie prime, si è parlato del grande problema che affligge in questo momento le imprese. Il timore è che dall’oggi al domani tantissime aziende non esisteranno più”. “Lavorare sull’idea di magazzini comuni, ma è difficile. Anche perché manca quel voler fare un passo in più per un vantaggio condiviso”. Ghelfi ha parlato anche dell’aumento dei prezzi dell’energia, su cui il Governo ha provato a mettere un argine e che è iniziata ben prima della guerra.

“Stiamo costruendo un mondo nuovo, – dice Piero Muscari -: il tema non è se fare i consorzi o no, ma se faremo in tempo a farli. Chi non si aggiorna, non cambia, tra un po’ non esisterà più. E’ così anche per i professionisti della comunicazione”.

E sulla comunicazione del settore, Piero Muscari ha commentato: “Io non so niente di ascensori, e da consumatore vorrei sapere qualcosa in più perché così posso essere un consumatore che chiede, ad esempio, un certo tipo di impianto, più moderno. Come fanno altri settori, quali l’automotive oppure la moda. Attraverso la comunicazione si può aumentare l’interesse del pubblico per un tema specifico”.

Sul palco poi è salito il sentore Davide Faraone. La politica sente di dover cambiare marcia?

“Il Governo deve sostenere questo settore così importante – ha detto il senatore -. abbiamo introdotto un metodo, ma dovremo arrivare ad avere un vostro rappresentante al governo, così come ci sono degli altri mezzi di trasporto. Alcune battaglie sono state vinte, alcuni emendamenti non sono passati, ma torneremo a proporre gli stessi temi. Ci vuole la vostra solleccitazione, si tratta di temi che non hanno un colore, tutte le forze li hanno votati”.

Molti altri gli ospiti che si sono susseguiti sul palco nel corso della prima giornata: Angelo Artale, Direttore generale Finco,  Andrea Torcivia (Sociologo e Presidente dell’Associazione Nazionale Amministratori di Condominio N.A.C.A.), Francesco Chiappetta (Manager), Giancarlo Cancelleri (Sottosegretario di Stato  al Ministero delle Infrastrutture), Enzo Delfino (Presidente Di.S.A.L.) e Irene Pivetti (ex pPresidente della Camera dei Deputati).

Andrea Torcivia (Sociologo e Presidente dell’Associazione Nazionale Amministratori di Condominio N.A.C.A.) ha introdotto nella formazione degli amministratori di condominio la Sociologia dell’abitare. E’ intervenuto anche Michelangelo Tagliaferri, Fondatore dell’Accademia di Comunicazione.

La seconda giornata

E’ cominciata la seconda giornata dell’evento ‘Insieme per…’, primo meeting annuale di Consorzio per l’Italia.

Qui sotto potete vedere la diretta video.

Devi accettare i cookies di marketing per poter visualizzare questo video.

Nel primo intervento della giornata Francesco Chiappetta, manager d’azienda e docente universitario ha fatto il punto della situazione degli impianti installati in Italia e delle necessità di intercettare i finaziamenti del PNRR, i finanziamenti statali e regionali per ammodernare il parco installato e per installare nuovi ascensori nei tantissimi edifici di più di quattro piani che ancora oggi ne sono sprovvisti. Il consorzio è importante, come è importante entrare in contatto con gli organismi in grado di occuparsi delle richieste dei finanziamenti necessari. Piero Muscari  e Francesco Chiappetta hanno dibattuto della necessità che la comunicazione smetta di proporre palinsesti monolitici su un solo tema,  ma si apra a nuovi argomenti, fra cui anche il tema dell’ascensore.

Tommaso Stenico, presbitero, docente e scrittore ha parlato del concetto di etica della finanza: l’uomo di fronte ai concetti del bene e del male, l’agire etico fa scegliere l’idea del bene. Il monsignore ha esortato gli imprenditori presenti a puntare al bene che si può lasciare come propria eredità. Promuovere solidarietà e sussidiarietà, non essere Caino. Perché, nel momento del giudizio, saremo giudicati sull’amore.

Miriam Randazzo ha posto l’argomento della formazione, centrale per le risorse umane delle imprese.

Con Maddalena Parotelli, caporedattore di Elevatori Magazine, si è parlato delle sfide del futuro nel settore: formazione, coinvolgimento delle giovani generazioni e le innovazioni tecnologiche legate all’IoT, alla domotica, alle verifiche predittive, solo per fare qualche esempio.

Vincenzo Pattavina ha parlato, invece di Lift Expo Italia, la fiera che a ottobre si svolgerà a Milano.

Peppino Bonanno, AD Sportello Attività Produttive Srl e responsabile Bonus per Fidimed, ha parlato dei bonnus fiscali

Share